Consigli per safari. Organizzare al meglio un safari

Consigli per organizzare al meglio un safari in Kenya

Consigli per safari. Un safari in Kenya è sicuramente il momento più emozionante di ogni vacanza, anzi, a detta della maggior parte delle persone che ne hanno fatto uno è una delle esperienze di viaggio più emozionanti e straordinarie che si possano fare. Eppure per molte persone il safari viene ancora vissuto od inteso come una escursione od una estensione di una vacanza mare. Per vivere al meglio un paese come il Kenya l’ideale sarebbe impostare una vacanza intera come safari, ed al limite aggiungere qualche giornata di mare prima o dopo per riposarsi prima del rientro a casa.

I TEMPI

Nulla è più sbagliato dell’idea che un safari sia una esperienza stancante, il safari è stancante solo quando è organizzato male, se fatto di corsa con la presunzione di vedere il più possibile nel minore tempo possibile. Per vivere al meglio un safari invece è necessario dedicargli tempo, poter disporre di tempi lunghi, per poter effettuare con calma gli spostamenti necessari, per avere i giusti tempi per fare game drives e per conoscere davvero ogni luogo senza dover correre di parco in parco. Il tempo in safari non basterebbe mai, e con la giusta organizzazione e la giusta guida è praticamente impossibile annoiarsi nello stesso parco ma ci saranno sempre nuove cose da vedere e da scoprire.

LE NOTTI

Almeno due notti per ogni zona sono indispensabili per visitare realmente un parco od una riserva e non per “attraversarlo” semplicemente. Inoltre, due notti nello stesso campo tendato o lodge permettono di apprezzare di più l’atmosfera ed i servizi che questi alloggi eccezionali offrono.

Non ha senso infatti arrivare stremati per dormire in un nuovo lodge o campo tendato senza avere il tempo di viverlo e goderselo, vivere la savana significa anche potersi rilassare dopo pranzo nella propria tenda ammirando con il binocolo lo spettacolo della natura che si svolge intorno a noi anche mentre siamo comodamente seduti sulla veranda della nostra tenda con un libro in mano.

consigli per safari

Molto meglio diminuire il numero delle zone da visitare ed aumentare il numero di giorni da dedicare ad ogni zona, questa è la regola d’oro di ogni buon safari, e non il “5 parchi in 5 giorni” alla maniera turistica….questo sono i nostri consigli per safari.

LA GUIDA

Tutti sanno emozionarsi di fronte ad un leone o ad un elefante, ma scoprire che ci si può appassionare, od addirittura emozionarsi, di fronte a spettacoli come i duetti canori di alcuni uccelli o l’incredibile alleanza tra alcune formiche ed acacie, è possibile solo se state facendo safari con la guida giusta.

Inevitabilmente durante un safari sono i big five ed in generale i grandi mammiferi  a rubare la scena a personaggi “minori”, che forse passerebbero anche completamente inosservati se non fosse per la vostra guida, che oltre ad avere il compito di scovarli per voi deve anche svelarvene i segreti e le caratteristiche.

consigli per safari
consigli per safari

L’ESPERIENZA

E così , chi era partito con l’idea di fotografare il leone e la giraffa, si ritrova in un mondo fatto di creature grandi e piccole, più o meno visibili ed estremamente affascinati.

Un mondo dove anche le piante hanno una storia da raccontare, dove anche il terreno racconta , con le sue impronte e segni , storie che possono essere svelate solo con l’aiuto di una guida che conosce il territorio.

Vivere un safari altro non è che vivere un documentario in prima persona … e chi guarderebbe un documentario senza l’audio?

I nostri consigli per safari ti aiutano a scegliere la giusta guida, questo ha una grande importanza nella scelta del proprio safari, è importante che abbia le giuste qualifiche e la necessaria esperienza, oltre che ovviamente parli la vostra lingua.

CONSIGLI PER SAFARI. GAME DRIVE E CAMMINATE

Gran parte del tempo passato in safari lo si trascorre in auto durante i game drives.

Ma questo non significa che si debba stare sempre e solo in auto.

Quando un safari è ben organizzato deve prevedere anche situazioni differenti, inserendo nel programma la visita in aree dove questo è permesso, in cui si possano vivere emozioni diverse dal semplice osservare la savana dal mezzo.

Non solo vedere la savana quindi ma possibilmente anche sentirla, vederla dalla nostra altezza, che non è quella della macchina, nel silenzio dell’andare a piedi, nel toccare foglie, rocce, spine, piume.

Cercando di capire il perché di forme e colori, posando il piede vicino alle impronte degli animali, riportando tutto alle giuste proporzioni, imparando ad ascoltare versi e presenze degli animali intorno a noi.

I WALKING SAFARI

Anche quando brevi e poco impegnativi, sono delle forti emozioni che ci permettono di sentirci animali fra gli animali, e ci permettono di vedere ed imparare cose che dalla macchina non sarebbero possibili.

Una altra esperienza che ci permette di capire meglio la savana è il night game drive, il safari notturno, vedere come la savana nel buio della notte si popola di presenze diverse da quelle diurne

Poter osservare specie che di giorno sono impossibili da vedere, o semplicemente vivere l’emozione della notte africana in mezzo al nulla del bush.

Oltretutto avere la possibilità di poter fare esperienze diverse dal normale game drive permette di variare le giornate , rendendo il safari sempre diverso e ricco di emozioni differenti , per vivere la savana africana a 360 gradi. Non dimenticare di seguire i nostri consigli per safari.


Vai alla pagina dei Safari

Vai alla pagina del lodge Saruni
2017-10-15T18:29:17+00:00

About the Author: